In chiaroscuro


Sei davvero esistito Marco mio caro?è cosí che ti chiamavi? non ne sono certa.

Siamo davvero andati insieme a visitare tutte le mostre di Magritte in giro per il mondo?
Eri tu col sacco in spalla che ti offrivi di portare il mio, mentre io compravo panini al McDonald?
Eravamo insieme quando son caduta dal motorino e la notte hai vegliato sul mio trauma cranico?
Fatico a mettere insieme il puzzle.

Finisco per sovrapporti agli altri e alle infinite mie fantasie e agli infiniti viaggi fatti dalla mente e dal cuore.
Fatico a cogliere luci e ombre e a volte il chiaroscuro non arricchisce il quadro ma ne smorza il valore.

Non so neanche se ti ho amato davvero, se abbiamo fatto l’amore o ammazzato il tempo che ci rendeva schiavi. E tutta quella frenesia? quella passione malata? C’era?
Non mi ricordo niente. Che strano miscuglio di ore. Ad un certo punto credo di aver pensato che eri tutta la mia vita. Al rigo dopo eri solo neve sciolta al primo sole.
Se tornassi indietro mangerei piu’ pane e realtà. Che anche dei sogni, come dei ricordi, poi ci si stanca.

20120123-173616.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: