Ma chi l’ha detto?


 

 

Oggi lo dicevo ad un amico, innamorato (forse) e incaponito (di certo) che c’è un limite oltre il quale la pazienza cessa di essere una virtù.

Uno dovrebbe sapere innanzitutto cosa vuole o almeno cosa non vuole, per non esssere in balia dell’altro, in questo caso la donna fatale di turno che intelligente si ma altalenante, inconstante, insicura e quindi instabile. Perchè è facile che l’uomo cerchi di diventare un riferimento e di assecondarla e di guidarla e di accontentarla per arrivare poi a capire che per certe donne non è mai abbastanza, perchè il turbamento e l’incostanza nascono con loro e con loro muoiono, che ognuno si deve fare il suo percorso ma non può farlo a spese dell’altro.

Poi se uno non ha l’orgoglio deve avere almeno rispetto di se stesso, perchè abbiamo il dovere di dare un valore a quello che siamo e ai nostri obiettivi, primi di assecondare quelli degli altri.

E a volte costa, è doloroso, quando amiamo, o crediamo di farlo, sopra ogni cosa, quando a dispetto di sofferenze che ci infliggiamo noi per primi, ci diciamo ma è lei/lui quello che voglio!

Ma è davvero quello che vogliamo? o è solo l’abitudine ad amare con dolore e senza ritorno, ad accettare perchè meglio di così non si può stare.?

Ma chi l’ha detto????

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: