A piedi nudi


E’un attimo o poco più’.
I pensieri si annodano e si aggrovigliano, i sogni si distaccano come fagioli dal baccello, i propositi si salutano con fazzoletto bianco e lacrima di senso di colpa.

E’ l’attimo in cui cedo a ciò che voglio, l’attimo in cui fluisce l’energia.

E non posso farci niente e nemmeno tu, non mi puo’ fermare il sonno che viene a ristorarmi, ne’ la nuvola che all’orizzonte mi preannuncia tempesta o il pipistrello che mi dice che e’ sera e farei bene a coprirmi.

Che non c’è verso che senta il freddo. Con occhio assente e quasi distaccato vado verso ciò che vedo, come stregata, stralunata, folle. A piedi nudi sulla sabbia fredda che mi graffia, ma non sento nulla.

Solo la spinta del vento in poppa, vento finto e ingannatore che mi rovescia cuore e sensi e giorni e senso e modo e tempo e direzione e orizzonte per poi riportarmi li’ sulla stessa sabbia da cui ero partita, errante.

A piedi nudi.

20120323-190825.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: