Andare e basta


Non mi sorprendo piu’.
Uso la notte come blocco bianco per disegnare i miei pensieri, non chiudo gli occhi che potrebbero svegliarsi gli incubi. Li lascio dormire.
Mi addormento che è già mattino e perdo il conto delle ore, prendo quello che posso, dò per quanto riesco.
Per me rimane poco.
Persa nel dover essere, dimentico come sono, affaticata a spiegare perdo il filo e non rendo il senso.
Ce la metto tutta ma è faticoso.
Allora tanto vale fare tutto a caso: camminare nuda sui sassi la notte, respirare fumo e sbagliare accenti e modi e tempi e persone.
Sbagliare tutto solo per ricordarsi che si può cambiare, confondersi tra gli altri per restare diversi a modo proprio, di nascosto.
Non cercare un senso.
Andare e basta.

20120727-001038.jpg

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by curi oso on 27 luglio 2012 at 8:09 AM

    “Sbagliare tutto solo per ricordarsi che si può cambiare, confondersi tra gli altri per restare diversi a modo proprio, di nascosto.Non cercare un senso.Andare e basta.” questa considerazione, se posso, la condivido e la sento anche molto mia.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: